Calderón Míriam

Nata nella città di Guayaquil in Ecuador, risiede a Milano dal 2000.
Di orientamento religioso cristiano cattolico, di professione parrucchiera ed estetista, l’autrice ha studiato anche Psicologia e Mediazione Linguistica e Culturale.
Scrittrice di storie autobiografiche, libri di poesie, articoli riflessivi di crescita spirituale, nel 2004 è stata co-fondatrice di due gruppi di spiritualità cristiana della Comunità latino-americana, comunità di preghiera e di evangelizzazione «Dio Uno e Trino», nella parrocchia dei migranti, la Basilica di Santo Stefano Maggiore a Milano fino ad oggi.
Nel 2009 ha fatto parte del gruppo latino-americano della parrocchia Santa Croce di Milano, che si adopera per l’integrazione culturale mediante la fede, promuovendo il risveglio della cultura dell’incontro e seguendo fino ad oggi la guida di Papa Francesco.
È stata riconosciuta poetessa e scrittrice dal 2009 e ha vinto il terzo premio del Concorso “Immicreando”, organizzato dalla Diocesi di Milano e fondazione Ismu con il racconto intitolato Miky, che mette in risalto i valori della fede e dell’amicizia per un mondo migliore.<br>Ha ottenuto il riconoscimento e la menzione onorifica come poetessa dal Consolato Generale dell’Ecuador a Milano nel 2011. Delle sue opere citiamo il romanzo autobiografico Il giardino della mia vita, non ancora pubblicato, e che narra la ricerca dell’amore come essenza dell’identità dell’essere umano e l’inizio di un cammino di sviluppo integrale di redenzione e benessere personale, nell’ambito sociale, culturale e religioso. Nel 2014 è stata fondatrice e presidentessa dell’associazione culturale di promozione sociale denominata «Alla scoperta della piccola via», creata per essere un aiuto orientato al bisogno di redenzione e benessere dell’altro, con il proposito di offrire valide opportunità a favore di persone che vivono in situazione di emarginazione e di disorientamento culturale, per aiutarle a integrarsi bene nella società civile e nella comunità parrocchiale in cui risiedono. Nel 2015 ha scritto il libro di poesie intitolato Emozione, dedicato all’amore divino e umano in lingua italiana e spagnola, in cui la bellezza del sentimento dell’amore si fa parola per nutrire l’anima. Nel 2016 ha partecipato a un evento artistico nel Consolato dell’Ecuador della città di Genova, Intervista al personaggio, per il giornale Il Secolo XIX della città di Genova. Nel 2017 ha ottenuto il Premio Internazionale “Juan Montalvo” per la poesia dal Consolato Generale dell’Ecuador a Milano. Inoltre, è stata promotrice della cultura dell’incontro nella Parrocchia di Santa Croce di Milano e fondatrice del Circolo di Poeti e Scrittori, cittadini nel mondo, per creare incontri di partecipazione, integrazione e interazione culturale mediante la poesia, la narrativa e l’elaborazione di testi unici e inediti presentati nei Consolati e nelle diverse parrocchie, insieme alla collaborazione delle case delle associazioni e del volontariato dei vari municipi di Milano, l’evento nazionale del libro e la lettura di ogni anno Book City Milano. Nello specifico, per variare la narrazione sull’immigrazione, promuovere l’inclusione del migrante talentuoso e coltivare il bene comune in una società civile.
Nello stesso anno ha collaborato alla creazione del gruppo di poeti latinoamericani a Milano e alla loro prima opera, una raccolta di poesie intitolata Denudati. Tra il 2017 e il 2018 ha partecipato al Festival Liturgico, un Concorso di canto e musica cattolica inedita Cantino a Yahvè un cantico nuovo, Salmo 96.
Ha partecipato al Concorso internazionale di poesia inedita intitolato “La tua poesia diventa una canzone”, dedicato ai valori e principi cristiani dell’amore, l’amicizia, la solidarietà, l’affettività, i sentimenti, le emozioni, le testimonianze della vita etc. Un evento dove la musica si innesta nella poesia per arricchirla come mezzo di benessere nella crescita e nell’evoluzione di sé stessi in quanto esseri umani. Nel 2018 è stata promotrice del proprio progetto di mediazione culturale “La fede che si converte in arte come ponte tra le culture” mediante la musica, il canto, la poesia, il teatro, la danza e la pittura, tema della sua tesi in Mediazione Linguistica e Culturale. Inoltre, nello stesso anno è stata co-autrice del libro Diversi, un’antologia di poesie scritte da poeti latinoamericani e presentata in eventi come Book City Milano dall’Associazione Culturale “Alla scoperta della piccola via”, come citato sopra, e nel 2020 nei Consolati dell’Ecuador e del Perú.